IL CALORE DI UNA CASA PER OGNI BAMBINO

I Villaggi SOS, nati nel 1947 in Austria, sono un'organizzazione internazionale
con seggio all'UNESCO, presenti in 134 paesi del mondo con 539 Villaggi.

Connettitti con il
Villaggio SOS di Morosolo

Case SOS

Le Comunità familiari del Villaggio SOS di Morosolo costituiscono una risposta socialmente e pedagogicamente valida per tutti quei casi in cui si riveli problematica o impraticabile l’ipotesi di affidamento del minore a un nucleo familiare diverso da quello di origine.

Il bambino in affido viene accolto nella Casa SOS più idonea a rispondere ai suoi bisogni complessi e per ciascuno l’équipe tecnica in collaborazione con i Servizi Sociali, predispone un Progetto Educativo-riabilitativo personalizzato.

 

 

Case Famiglia: Coccinelle, Marmotte e Ricci

     

 

Casa Coccinelle, Casa Marmotte e Casa Ricci, sono comunità di tipo famigliare dove vengono accolti bambini m/f di età 0 - 12 anni che per gravi motivi, su segnalazione dei Servizi Sociali o per decreto del Tribunale per i Minorenni, sono temporaneamente allontanati dalla famiglia d’origine.

 

Il Progetto Educativo Individualizzato (P.E.I.) si realizza attraverso:

  • l’integrazione tra le risorse presenti al Villaggio SOS di Morosolo (educatori, direttore, volontari, consulenti professionali)
  • un saldo legame con il territorio nel quale il Villaggio è inserito
  • la collaborazione con i servizi di tutela dell’infanzia (Tribunale per i Minorenni, Servizio Sociale Minori, Servizi specialistici della ASL, Scuole)
  • la consulenza di figure professionali altamente specializzate (psicologo, psicoterapeuta, neuro psichiatra, pedagogista, etc.)
  • le famiglie d'origine devono aderire e sottoscrivere un accordo di accoglienza e collaborazione

- La Casa SOS è affidata di norma ad una Educatrice residenziale che coordina altre figure educative.
- La supervisione del progetto e del personale impegnato nella sua realizzazione sono  affidate al Comitato Tecnico del Villaggio SOS di Morosolo.
- Al servizio si accede su richiesta del Servizio Sociale del territorio.
- Ad ogni minore è garantita l’assistenza medica e il sostegno psicologico.

Casa Coccinelle Provincia di Varese - Autorizzazione al Funzionamento prot n.44972/21842 -G del 5/set/1995

Casa Marmotte Provincia di Varese - Autorizzazione al Funzionamento prot n.44973/21842-G del 5/set/1995

Casa Ricci Provincia di Varese - Autorizzazione al Funzionamento prot n.49581/21842-G del 5/set/1995

 

Case Adolescenti: Aliante e Mongolfiera

   

 

Casa Aliante e Casa Mongolfiera sono comunità residenziali di tipo familiare per l’accoglienza rispettivamente di ragazzi e ragazze di età compresa tra i 14 e i 17 anni.

 

Ogni comunità accoglie 5/6 minori m/f, in camere da 2 letti.
La richiesta d’inserimento è presentata dal Servizio Sociale competente del territorio.
Il progetto educativo prevede il coinvolgimento attivo dei giovani ospiti, in un percorso di responsabilizzazione per la conquista dell’autonomia.

 

Obiettivi:

  • Valorizzare le risorse personali e il rispetto dei bisogni individuali e del gruppo;
  • Sviluppare e consolidare la propria autonomia dal punto di vista cognitivo, affettivo, sociale e morale;
  • Imparare a condividere la quotidianità per realizzare solidarietà, rispetto e amicizia;
  • Promuovere la responsabilità come disponibilità e volontà di portare a termine gli impegni assunti, con priorità a quelli scolastici e/o lavorativi.

- I ragazzi/e accolti/e e le loro famiglie devono sottoscrivere un accordo di accoglienza e collaborazione e  il regolamento della Comunità.
- La conduzione del servizio è affidata ad educatori di cui uno svolge funzioni di coordinamento.
- Gli Educatori affiancano le ragazze e i ragazzi nella realizzazione del percorso pedagogico.
- Ad ogni ragazza/o è garantita assistenza medica e sostegno psicologico.
- La supervisione di questo progetto è affidata al Comitato Tecnico del Villaggio SOS di Morosolo.

Casa Aliante Provincia di Varese - Autorizzazione al Funzionamento prt n.49579/21842-G del 3/ott/1995

Casa Mongolfiera Provincia di Varese - Autorizzazione al Funzionamento prt n.49644/21842-G del 3/ott/1995

 

 

Casa mamma e bambino "Giovanna Agnoletto"

 

 

La Casa mamma e bambino è uno spazio d’accoglienza per gestanti e giovani madri con il loro bambino da 0 a tre anni di età che, per ragioni sociali o perché prive di relazioni familiari valide, hanno bisogno di un sostegno nel periodo della gravidanza e durante i primi anni del figlio.

 

Obiettivi del servizio:

  • evitare che la donna affronti la gravidanza e la maternità in uno stato di solitudine e isolamento
  • sostenere la relazione madre-figlio, aiutando la donna a comprendere le esigenze del bambino e ad adeguarsi ad esse
  • tutelare il bambino qualora la madre, nonostante i supporti, non sia in grado di realizzare condizioni idonee alla sua crescita psico-fisica

La Casa Mamma-Bambino è affidata a 3 educatrici di cui una svolge funzioni di coordinamento. È prevista l’accoglienza di cinque mamme insieme ai loro piccoli, ospitate in stanze singole, per un periodo massimo di due anni. Non sono accolte donne con gravi patologie fisiche e psichiche o con dipendenze conclamate. Le giovani donne devono sottoscrivere un accordo di accoglienza e collaborazione e il regolamento della Comunità. Al servizio si accede su richiesta del Servizio Sociale competente per territorio. Ad ogni mamma e ad ogni bambino è garantita assistenza medica e sostegno psicologico a carico del Villaggio.

Casa mamma e bambino Provincia di Varese - Autorizzazione al Funzionamento prt n.49663/21842 – G del 3/ott/1995 e successive modifiche ed integrazioni

 

Casa Autonomia - Progetto Ulisse "Alla scoperta di una terra sconosciuta"

Il Progetto di accompagnamento all’Autonomia, nasce dall'esigenza di poter operare con maggiore efficacia a favore dei giovani che scelgono di continuare il loro progetto di vita con noi, anche dopo il conseguimento della maggiore età.

 

La necessità di assicurare adeguata tutela anche ai neo-maggiorenni è sottolineata anche dalla legge regionale sui diritti dei minori (l.r. 34-2004) che inserisce tra i suoi obiettivi (Art. 2 lettera d) quello di assicurare la tutela e la cura del minore, in caso di inesistenza della famiglia o laddove la stessa non è in grado di provvedere alla sua crescita ed educazione, garantendo anche, ove necessario, il “proseguo amministrativo” decretato dall’autorità giudiziaria.

 

Metodologia e strumenti:

Per facilitare il processo di autonomia dei ragazzi si è pensato all'individuazione e alla predisposizione di piccoli alloggi, al di fuori del Villaggio, il più possibile vicini al  centro sociale e produttivo del paese. In questo modo i giovani vivranno la sfida dell’autonomia, confrontandosi con la realtà locale e vivendo sia le libertà sia le difficoltà della vita.
Il Villaggio e i suoi operatori affiancheranno i giovani, garantendo il monitoraggio del progetto, la vicinanza affettiva ed il sostegno economico necessario.

Per i giovani che invece hanno ancora bisogno di vivere in un ambiente tutelante come il Villaggio, è stata adibita una casa per la semi – autonomia.
In questa casa i giovani vivono senza una presenza educativa fissa, ma possono avere il supporto di tutte le figure presenti al Villaggio: Direttore, Coordinatore, Educatori delle altre case, nella fase di passaggio tra la tradizionale vita di comunità e l’autonomia.
 

 

Dona il tuo 5x1000! Codice Fiscale: 00584050124

Project & Infrastructure by sr(o)